I Mille Usi dei Semi di Canapa

18
views

I semi di canapa hanno un valore nutrizionale perfetto, sono composti infatti per il 25% di proteine e presentano gli 8 amminoacidi essenziali. Questi devono essere introdotti dall’esterno in quanto l’organismo non è capace di sintetizzarli, motivo per cui è importante avere un’alimentazione adeguata per non andare incontro a dei deficit o degli scompensi. Per ulteriori informazioni su I Mille Usi dei Semi di Canapa ti consigliamo di leggere qui.

Anche gli studiosi sono concordi nel definire i semi di canapa degli alimenti proteici completi e utili per diversi scopi: i benefici legati all’organismo sono dovuti agli acidi polinsaturi che essi contengono, ciò permette di avere delle ripercussioni positive nei confronti dell’arteriosclerosi, artrosi, patologie cardiovascolari, colesterolo alto, disturbi legati all’apparato respiratorio come asma e sinusite, inestetismi della pelle come eczemi e acne.


I semi di canapa non contengono THC perciò possono essere tranquillamente utilizzati da tutta la famiglia e il loro consumo è anche autorizzato a livello legale. Non avranno alcun tipo di effetto perciò procedi pure all’acquisto qualora tu voglia migliorare il tuo apporto nutrizionale quotidiano, sgranocchiando un alimento naturale e semplice. Al loro interno troviamo:

  • Vitamine del gruppo B, molto importanti per supportare il funzionamento dell’organismo e il suo metabolismo;
  • Vitamina E, che rappresenta un antiossidante capace di eliminare le tossine e proteggere il corpo dallo stress ossidativo;
  • Calcio, fondamentale per le ossa e legato alla funzionalità del sistema nervoso;
    ferro, il quale è coinvolto nel trasporto dell’ossigeno ai vari organi;
  • Fosforo, importante per la produzione dell’energia e per aiutare il metabolismo osseo;
    magnesio, necessario al benessere generalizzato dell’organismo;
  • Potassio, un minerale utilizzato nel processo idroelettrico dell’organismo;
    zinco, molto importante per il sistema immunitario;
  • Acidi grassi omega-6 e omega-3, entrambi hanno ripercussioni positive per il funzionamento dell’organismo.

Semi di canapa

I Mille Usi dei Semi di Canapa

Le proprietà più importanti dei semi di canapa sono quelle antiossidanti e antinfiammatorie, quest’ultima è data dalla vitamina E e dagli acidi grassi, in special modo dalla molecola grossamide: alcuni studiosi hanno riscontrato un suo collegamento nei confronti della difesa dalle patologie degenerative. Per quanto riguarda invece il circuito cardiovascolare, gli acidi Omega 3 dei semi di canapa preservano la salute degli apparati coinvolti e abbassano il livello di colesterolo e trigliceridi. In caso di stitichezza, i semi contengono anche molte fibre.

A proposito dell’utilizzo, possono essere utilizzati a crudo, integrali, decorticati, tostati. Oltre al consumo solido, i semi di canapa possono essere usati anche per la preparazione del latte; questa bevanda è altamente proteica, assolutamente vegetale e può fungere da sostituto del latte. Esiste anche l’olio di semi di canapa che viene estratto a freddo ed è utilizzato sia come ingrediente da aggiungere alle pietanze sia come cosmetico naturale in quanto ha grandi proprietà emollienti e idratanti.

Non è esagerato considerare i semi come una vera e propria medicina naturale il cui uso costante può avere una ripercussione ottimale nei confronti delle ghiandole e dei muscoli del sistema nervoso. Qualora non sapessi come adoperarli nella vita di tutti i giorni sappi che molte persone li usano come se fossero dei veri e propri ingredienti per cucinare. Il sapore dei semi è infatti molto piacevole e ha una consistenza leggera che riesce a transitare facilmente lungo il tratto gastro-intestinale in quanto i semi sono facilmente digeribili. Potresti fare delle insalate e distribuire in ultimo i semi di canapa per aggiungere una nota croccante, essendo oleosi non daranno fastidio ma doneranno un tocco finale al piatto.

Altre persone invece preferiscono tritare i semi e utilizzarli per la preparazione di biscotti, dolci e torte oppure farne delle salse o pesti con l’aggiunta di olio e aromi. Se sei alla ricerca di una ricetta particolare, potresti trovare interessante l’Hemp-Fu, questo è simile al tofu di soia ma, a differenza di quest’ultimo, ha un sapore molto più gradevole e intenso. Grazie al tofu di canapa avrai un secondo piatto da saltare in padella con il sale e l’olio oppure un ingrediente per la preparazione di creme. Essendo privo di tracce animali è ottimale in una dieta vegana.

Dalla canapa deriva anche la farina, basterà semplicemente macinare i semi fino a che non diventino una polvere molto sottile e usarla per preparare pane, torte e quant’altro. Un’altra ricetta particolarmente apprezzata è lo Shichimi, un piatto giapponese ricco di spezie e dal sapore aromatizzato. All’interno di questo piatto dovrai aggiungere alghe, peperoncino, semi di sesamo, semi di canapa, zenzero, semi di papavero, pepe nero, e servirà per il condimento di riso e zuppe.

Molti utilizzatori di semi di canapa preferiscono decorticarli in modo da stimolare e rinforzare il sistema immunitario. Togliendo l’esterno del seme, infatti, il sapore della canapa migliorerà ancora di più e assomiglierà a quello di una nocciola per cui sarà ottimale per una colazione da campioni, magari all’interno di uno yogurt o di un frullato oppure per la preparazione di pane e lievitati. In linea generale, comunque, i semi dovrebbero essere sempre assunti crudi in quanto, come l’olio extravergine di oliva, conservano le caratteristiche nutritive e organolettiche e hanno un effetto maggiore rispetto invece a quando è cotto o costretto ad alte temperature.

Se segui una dieta a ridotto importo di sale, i semi di canapa potrebbero essere un tuo alleato: il cibo infatti può essere tranquillamente insaporito grazie alla farina di canapa e accompagnata dalle spezie aromatiche. Il sapore del seme, con un retrogusto dolce, riuscirà a bilanciare l’assenza di sale e a dare un gusto più particolare a una pietanza. Una volta aperta la busta contenenti i semi di canapa, è importante chiuderla ermeticamente e riporla in frigo o in qualsiasi luogo asciutto e lontano dall’esposizione solare. È altresì fondamentale che non ci siano sbalzi di temperatura perché potrebbe modificare le condizioni dell’alimento e ridurre le sue proprietà.

Non avere paura di consumare i semi nel quotidiano perché non hanno alcun tipo di controindicazione, né tanto meno sono legati a effetti collaterali dati da interazione con farmaci. Ovviamente ci sono da considerare alcuni fattori, ad esempio il fatto che siano fluidificanti e quindi, qualora seguissi una terapia con anticoagulanti, è bene non esagerare con il consumo giornaliero ma limitarsi a consumi sporadici. In ogni caso potresti chiedere al tuo medico curante circa l’eventuale utilizzo. In linea di massima, è consigliabile consumare 3 cucchiai di semi di canapa al giorno in modo da ottemperare alle richieste di magnesio raccomandato, ferro e zinco.

Per evitare l’acquisto di prodotti dannosi, affidati sempre al meglio grazie a sensoryseeds.it che controlla accuratamente la propria merce prima di inviarla. Qui avrai un’ampia offerta e diversi prodotti a base di semi di canapa tra cui scegliere.

Weareblog è un blog multicategoria con tantissimi tutorial sul mondo della telefonia, internet e Computer. Una scrittura facile e senza troppi giri di parole, permetterà anche agli utenti meno esperti di trovare la soluzione più idonea al loro problema. Uno staff sempre attento alle novità del settore vi terrà sempre aggiornato. E allora cosa aspetti? Entra su Weareblog.it