Home Adult La Navigazione in Incognito Tutela la Privacy?

La Navigazione in Incognito Tutela la Privacy?

25

Non c’è alcun dubbio come l’avvento di Internet abbia mutato, letteralmente, la vita delle persone in ogni angolo del pianeta. Basti pensare, ad esempio, ai cosiddetti “millennials“, ovvero quei soggetti nati sul finire degli anni ‘90 o nel nuovo millennio, per i quali è inconcepibile ipotizzare un mondo privo della grande rete telematica. Eppure un tempo, neanche troppo lontano, le persone vivevano senza essere connesse ad Internet.


Meglio o peggio? La risposta, a nostro giudizio, è molto soggettiva. Un dato, tuttavia, è incontrovertibile: salvo sparuti casi, anche i soggetti meno avvezzi alla tecnologia hanno captato l’importanza di Internet. Ed oggi, per svariati ambiti della propria quotidianità, non ne possono fare assolutamente a meno. La grande rete telematica, infatti, ha reso più semplice la vita sotto un numero infinito di aspetti.

 

Rispetto Della Privacy: Elemento di Prioritaria Importanza Nella Navigazione Sul Web

Acquistare online, ad esempio, è la via prediletta da moltissimi utenti in tutto il mondo, grazie alla comodità di poter ricevere gli acquisti direttamente a domicilio e, in molti casi, la rilevante convenienza dal punto di vista economico. Internet, inoltre, ha consentito di stringere amicizie tra persone distanti migliaia di chilometri con le quali condividere una passione comune, come quella per uno sport, una serie televisiva o un personaggio famoso.

Una vasta fetta del tempo libero, quindi, viene trascorso “online”, visitando siti di qualsiasi genere, da quelli di informazione ad altri, come questo delle più affascinanti trans Milano, che attingono alla propria sfera più intima e personale, solo per citare due dei mille esempi che si potrebbero fare. Nel “mare magnum” del web, di conseguenza, un aspetto assurge un ruolo di rilevante importanza: navigare in sicurezza.

Il rispetto della privacy, d’altro canto, è un elemento di fondamentale importanza in qualsiasi ambito della nostra vita. E lo è, a maggior ragione, nel mondo di internet, dove lasciamo “traccia” del nostro passaggio ogni qualvolta ci connettiamo. Per tutelarsi, molti utenti, probabilmente la maggioranza degli internauti di tutto il mondo, ricorrono alla “navigazione in incognito”, opzione offerta da tutti i più importanti browser,

Una funzione particolarmente utile quando il computer si condivide con altri soggetti o viene utilizzato da una postazione pubblica, in quanto permette di non salvare in locale cookies e cronologia dei siti che vengono visitati. Una domanda però, citando un amato giornalista e conduttore televisivo partenopeo degli anni ‘90, sorge spontanea: la navigazione in incognito è effettivamente la miglior soluzione per tutelare la nostra privacy?

 

Quella “S” in più che fa tutta la differenza del mondo

La risposta, purtroppo, è “no”. I siti visitati in modalità “incognito”, infatti, restano tracciati in rete, mettendo in ogni caso a repentaglio la nostra privacy, preservata, di fatto, solo agli occhi di altre persone che possono accadere al device col quale ci si connette ad Internet. Alcuni siti, però, stanno ponendo rimedio a questo problema, offrendo una tutela maggiore della privacy dei propri utenti.

Stiamo parlando, ad esempio, di quei portali che gestiscono il traffico tramite un sistema criptato, di cui l’HTTPS, che consente di mantenere segrete le pagine visitate, è certamente quello più noto. Questo sistema consente di contrastare efficacemente gli attacchi “man in the middle” degli hacker, evitando che gli stessi possano venire in possesso dei dati sensibili dei visitatori del sito.

Quando navighiamo sul web, quindi, è opportuno dare un’occhiata alla barra dove è inserito l’URL, perché una “S” in più (quella che differisce HTTPS da HTTP) aumenta esponenzialmente la sicurezza della nostra navigazione sul web, fondamentale, ad esempio, quando visitiamo l’home banking del nostro istituti di credito o effettuiamo pagamenti online, dove dobbiamo inserire il numero della nostra carta di credito o prepagata piuttosto che il codice IBAN del conto corrente.

Weareblog è un blog multicategoria con tantissimi tutorial sul mondo della telefonia, internet e Computer. Una scrittura facile e senza troppi giri di parole, permetterà anche agli utenti meno esperti di trovare la soluzione più idonea al loro problema. Uno staff sempre attento alle novità del settore vi terrà sempre aggiornato. E allora cosa aspetti? Entra su Weareblog.it