Lenti da Vista: Soluzioni su Misura per chi Cerca Confort Visivo e Protezione dalla Luce Blu

30
views

L’oculista ti ha appena rilasciato una ricetta con delle nuove gradazioni? Tra le tante lenti da vista che offre il mercato vuoi capire quale sia la più adatta alle tue esigenze di confort visivo e di protezione degli occhi?

In questa breve guida cercheremo di aiutarti a conoscere le ultime novità in tema di lenti da vista. E non saremo soli: ci faremo accompagnare da dei veri esperti, gli specialisti delle lenti online di Lenti Italiane.


 

Lenti da Vista: Soluzioni su Misura per chi Cerca Confort Visivo e Protezione dalla Luce Blu

Ricetta

 

 

Lenti Monofocali

Lenti Monofocali

Se hai meno di 40 anni, molto probabilmente ti sarà stato prescritto un unico tipo di lenti, dette “a permanenza”, che potrai usare per guidare, per guardare la TV, leggere o utilizzare il computer.

In poche parole, hai bisogno di lenti monofocali.

Potrai sceglierne il materiale (ti consigliamo il CR39, leggero e infrangibile), l’indice e, soprattutto, i trattamenti.

L’indice di una lente è espresso in un valore numerico ed i più comuni sono: 1.5, 1.6, 1.67 e 1.74. Più è elevato l’indice, più sottile sarà la tua lente. Quale scegliere? Se hai gradazioni dell’ordine di 1 o due diottrie, basterà anche l’indice 1.5. Fino a 3 o 4 diottrie puoi scegliere l’indice 1.6. Oltre le 4 o 5 diottrie è d’obbligo utilizzare indici più elevati (1.67 o 1.74) in modo da ridurre il più possibile lo spessore della lente.

Non si tratta solo di un aspetto estetico ma anche di nitidezza della lente. Una lente più sottile viene attraversata da più luce e questo fa si che la visione sia più nitida.

I trattamenti, invece, altro non sono che strati di molecole speciali che vengono depositati sulla lente per migliorarne le prestazioni. I più comuni sono:

l’indurente (o antigraffio): rende la lente più resistente all’insorgere di graffi. Quando si usa la pezzolina per la pulizia, lo strofinio sulla superficie comporta che eventuali agenti esterni depositati sulla lente, a lungo andare, provochino dei graffi

l’antiriflesso: una serie di strati di molecole in grado di assorbire la luce riflessa che crea molti disturbi alla visione, affaticando l’occhio. Questo tipo di luce viene “ingabbiata” dagli strati dell’antiriflesso e non oltrepassa la lente

l’anti imbrattamento (idrofobico): se sulla lente vengono depositate delle molecole in grado di respingere l’acqua, sarà più difficile che sulla superficie si depositino sostanze “oleose” e quindi la lente sarà immune dalle classiche macchie. Questo vuol dire avere una lente più nitida e più facile da pulire

protezione luce blu, luce UV: si tratta di molecole in grado di respingere onde elettromagnetiche ad elevata energia che possono creare pesantezza degli occhi, rossore, secchezza e a lungo andare anche patologie più serie come la degenerazione maculare

Se rientri in questa tipologia di persone e hai bisogno di lenti monofocali, dai un’occhiata qui.

 

Lenti con aiuto accomodativo (pre-progressive)

Lenti Pre-progressive

Pur avendo bisogno un solo tipo di occhiali per tutte le esigenze di studio, lavoro e tempo libero la vita dinamica che conduciamo oggi è fonte di uno stress aggiuntivo per i nostri occhi.

Passare continuamente dalla visione per lontano (TV, guida, ambiente esterno), intermedia (pc) e da vicino (smartphone, tablet, libri di testo) comporta un forte lavoro dell’occhio.

Al giorno d’oggi si fa un forte utilizzo di molti dispositivi che richiedono messe a fuoco diverse. Abbiamo più opportunità di imparare e maggiori strumenti per lavorare meglio, ma chi ne paga le conseguenze sono i nostri preziosi occhi.

Ecco perché è nata la nuova lente ad aiuto accomodativo p180, una lente intelligente che elimina ogni sforzo dell’occhio grazie a delle aree della lente ottimizzate per la visione da vicino. In più, essendo stata pensata per un utilizzo moderno, la lente riduce lo stress oculare tipico dei dispositivi elettronici (caratteri piccoli, retroilluminazione, luce blu) e garantisce un’elevata protezione contro la luce blu.

Se usi molto i dispositivi elettronici, per studio o per lavoro, dai un’occhiata qui.

 

Lenti Progressive

Lenti Progressive

Se sei alla soglia dei 40 anni (o li hai da poco superati) probabilmente nella prescrizione oculistica troverai due righe: la seconda (quella più in basso) contiene le gradazioni “da vicino”, un’addizione che è nota con il termine di “presbiopia”.

Non si tratta di una patologia ma semplicemente di un fenomeno che compare al 90% della popolazione ed è causato dall’invecchiamento dell’occhio. Un po’ come si perde elasticità e tono muscolare con la conseguente minore efficienza dei muscoli, così l’occhio diventa meno elastico e reattivo nella messa a fuoco.

Se questo è il tuo caso, hai bisogno di due occhiali con gradazioni diverse: uno per guidare., guardare la TV, vivere all’aperto ed un altro per leggere, usare il PC, tablet e smartphone.

E non è certo comodo doversi portare appresso due occhiali e sostituirli con una certa frequenza. Ad esempio per leggere le etichette dei prodotti al supermercato oppure per consultare il menu al ristorante.

La soluzione esiste e si chiama lenti progressive: su un’unica lente vengono costruite delle aree di visione diverse in modo tale da simulare il cambio di occhiali.

Comode e versatili, ormai costruite con tecnologie molto avanzate che allargano il campo visivo. Questo vuol dire che ci si adatta molto facilmente e non ci sono più i problemi di visione limitata di qualche anno fa. Hanno un costo superiore rispetto alle altre lenti, ma è pur vero che si dovrà acquistare un solo occhiale invece di due.

Se hai delle gradazioni o un’addizione elevata, puoi sfruttare le tecnologie ad “alta definizione” che permettono di aumentare il campo visivo rendendo la visione più comoda.

Se vuoi conoscere meglio le lenti progressive, dai un’occhiata qui.

 

Protezione Luce Blu

Luce Blu

I dispositivi elettronici ci semplificano la vita: compagni di lavoro indispensabili ma anche strumenti per migliorare la qualità del tempo libero. Musica, libri, svago, relazioni sociali, film: tutto il nostro mondo in tasca, fruibile in qualsiasi momento.

Purtroppo i loro schermi rappresentano un grosso pericolo per i nostri occhi: sono una fonte di luce blu, onde ad alta energia alle quali siamo esposti per molto tempo e a distanze molto brevi.

Il nostro occhio, per fortuna, ha una difesa naturale contro la luce blu grazie ad alcuni pigmenti in grado di assorbirla e che vengono continuamente rigenerati con un’alimentazione a base di verdure come spinaci e broccoli.

Col tempo, però, la capacità dell’organismo di assimilare questi pigmenti cala e quindi il nostro “filtro naturale” si assottiglia.

La migliore cura è sempre la prevenzione: una protezione speciale che blocca la luce blu dannosa sulle nostre lenti, impedendole di raggiungere l’occhio.

Esistono due tipologie di barriere, che offrono una protezione base oppure elevata:

il trattamento Led Protection: uno strato di molecole in grado di respingere la luce blu “visibile”, abbattendo circa il 30% delle onde elettromagnetiche che colpiscono la lente. Perché non eliminarla tutta? Perché essendo appunto “visibile”, andremmo ad eliminare la visione del colore blu. Studi medici hanno mostrato come una riduzione del 30% della luce blu che colpisce l’occhio abbassi di molto l’insorgenza di sintomi di stanchezza e rossore dell’occhio e abbatta la probabilità che nel tempo insorgano patologie gravi come le maculopatie

una molecola interna alla lente (Blu Total Protection): nell’impasto della lente è possibile aggiungere una speciale molecola in grado di assorbire il 100% della luce blu “non visibile” (al di sotto dei 420nm) che è quella più energetica e quindi più dannosa e inutile poiché il nostro occhio non ne può percepire il colore.

Naturalmente, anche se non utilizzi occhiali da vista puoi proteggere i tuoi occhi con dei filtri protettivi dalla luce blu

Se hai una bassa esposizione ai dispositivi elettronici (non più di 2-3 ore al giorno) puoi scegliere con tranquillità il trattamento Led Protection. Se ne fai un uso più massiccio (5-6 ore al giorno, soprattutto la sera) meglio una lente Blu Total Protection. Se il tuo lavoro ti porta a stare continuamente davanti al computer o utilizzare intensamente lo smartphone (social, app di lavoro, ecc.) allora il consiglio che ti diamo è uno solo: lente Blu Total Protection + trattamento Led Protection.

E potrai dire addio a qualsiasi rischio.

Se vuoi saperne di più sulle lenti per proteggerti dalla luce blu, ti consigliamo di dare un’occhiata qui.

Weareblog è un blog multicategoria con tantissimi tutorial sul mondo della telefonia, internet e Computer. Una scrittura facile e senza troppi giri di parole, permetterà anche agli utenti meno esperti di trovare la soluzione più idonea al loro problema. Uno staff sempre attento alle novità del settore vi terrà sempre aggiornato. E allora cosa aspetti? Entra su Weareblog.it