Home Guida agli Acquisti Lettori CD Hi-Fi: i Fattori da Considerare Prima dell’Acquisto

Lettori CD Hi-Fi: i Fattori da Considerare Prima dell’Acquisto


Per chi si accinge ad acquistare un lettore CD ad alta fedeltà con l’intenzione di costruire un sistema hi-fi o di sostituire il vecchio lettore in un impianto già esistente, vi sono alcuni fattori che è importante considerare per riuscire a valutare al meglio la qualità dei dispositivi presenti sul mercato.


I cinque parametri tecnici qui riportati (Distorsione Armonica Totale + Rumore, rapporto segnale/rumore, linearità, total correlated jitter e filtro elimina banda) sono presenti nelle schede dei lettori CD hi-fi, ed esaminarli può aiutare a scegliere, all’interno della fascia di prezzo di proprio interesse, il lettore migliore o comunque più adatto al proprio impianto stereo.

Lettori CD Hi-Fi: i Fattori da Considerare Prima dell’Acquisto

 

Distorsione Armonica Totale + Rumore

Comunemente indicata come THD+N (Total Harmonic Distorsion + Noise) o come THD, è un parametro che misura la distorsione nei segnali che passano per un dispositivo elettronico. La bontà del dato, in questo caso, è inversamente proporzionale alla sua grandezza: quanto minore è la distorsione armonica totale riportata, meglio è.

 

Rapporto segnale/rumore

Altro fattore fondamentale per valutare la qualità di un dispositivo per l’alta fedeltà è il rapporto segnale/rumore, comunemente indicato come S/N o anche SNR. Il rumore è un problema insito al campo dell’elettronica di alto livello: la fonte più comune è il rumore termico che viene determinato dall’agitazione degli elettroni nei conduttori. Quanto più piccolo è il dato in decibel indicato nella scheda tecnica, tanto più pulito risulterà il segnale.

 

Linearità

Quando si parla di conversioni da digitale ad analogico l’ideale sarebbe che qualunque dato fosse trattato nello stesso identico modo e che gli “spazi” tra i bit fossero uguali. La deviazione dalla condizione di linearità ideale è definità come “non-linearità”, e ancora una volta è un fattore per il quale è desiderabile il numero più basso possibile.

 

Total correlated jitter

Con il termine jitter si definisce la variazione di una o diverse caratteristiche di un segnale, come l’ampiezza o la frequenza. Nell’estrazione di audio da CD il jitter può infulire sul campionamento audio e si manifesta durante l’ascolto nella forma di scatti ripetuti di suoni. Minore è il numero, migliore è il dato.

 

Filtro elimina banda

Alcuni lettori CD per hi-fi riportano anche il dato della stop-band rejection (filtro elimina banda), relativo all’efficacia dei filtri finalizzati a rimuovere dal segnale le frequenze non udibili dall’orecchio umano. Questo fattore si misura in decibel e i numeri più bassi sono i migliori (per cui -100db risulta migliore di -80db).

I lettori CD hi-fi variano moltissimo, in termini di qualità costruttiva e di resa sonora, in base alle fasce di prezzo. Tuttavia va sempre considerato il valore degli altri componenti del sistema hi-fi che si possiede o si intende comporre, dall’amplificatore fino ai diffusori: si vorrà tendere, almeno indicativamente, a orientarsi su dispositivi di simile valore, in modo che le varie componenti possano esprimersi complessivamente al meglio, senza “punti deboli” particolari.

Per concludere ricordiamo che i parametri tecnici che abbiamo riportato aiutano nella valutazione di un lettore cd di alta qualità, ma naturalmente l’ideale è sempre poter ascoltare il dispositivo in funzione prima di procedere con l’acquisto, anche per poterlo confrontare meglio con altri lettori provati in prima persona.

Weareblog
Weareblog è un blog multicategoria con tantissimi tutorial sul mondo della telefonia, internet e Computer. Una scrittura facile e senza troppi giri di parole, permetterà anche agli utenti meno esperti di trovare la soluzione più idonea al loro problema. Uno staff sempre attento alle novità del settore vi terrà sempre aggiornato. E allora cosa aspetti? Entra su Weareblog.it